è un'agenzia creativa specializzata in progetti editoriali e di comunicazione.
Facciamo parte di un ecosistema che comprende i magazine Rivista Studio e Undici,
e il festival Studio Triennale.

Progetto: World n. 1|2020
Cliente: Pirelli
Format: Print+Digital

World è il magazine storico di Pirelli, un semestrale cartaceo disponibile anche in formato digitale. Dal 2015 MoSt cura i numeri di World, creando un concept in linea con Pirelli e i suoi valori, basato sul suo claim “People, Innovation, Technology”. Gli articoli, redatti in lingua inglese, ospitano approfondimenti, interviste, saggi, illustrazioni e scatti degli autori più influenti a livello internazionale.

L’ultimo numero di World, intitolato “20 Words for a new World” e pubblicato a luglio 2020, ha voluto raccontare questo anno paradossale, stravolgendo il classico palinsesto del magazine. Quattro autori di fama internazionale, Emma Dabiri, Paolo Gallo, David Szalay e Rosie Millard, hanno contribuito dando la loro interpretazione di questo momento complesso. Le protagoniste del numero sono 20 parole molto significative per Pirelli, che gli autori hanno immaginato sotto una luce diversa, dandogli un nuovo significato.

Il risultato è stata la creazione di un abbecedario illustrato, accompagnato da un’antologia dei più eloquenti scritti pubblicati negli anni precedenti sui numeri di World e Annual Report. “20 Words for a new World” si conclude con un portfolio di scatti fotografici delle più grandi città del mondo durante i vari lockdown, che il numero racconta e descrive con occhi nuovi nel contesto di un anno, il 2020, che non dimenticheremo mai.

In ogni numero le copertine sono state curate da illustratori internazionali che hanno saputo interpretare il concept del numero dandogli una visione ancora più efficace perché visiva, immediata. Tra questi Studio Muti, Davide Bonazzi, Yiffy Gu, Hanna Barczyk.

Alcuni nomi che hanno scritto o che sono stati intervistati su World: Steven Spielberg, Mick Jagger, Aziz Ansari, Viola Davis, Steven Soderbergh, Carl Lewis, Jeff Bezos, Yuval Noah Harari, Luciano Floridi, Zygmunt Bauman, Patricia Urquiola.